05.12.2012  -  DARIO AITA: ''IL SESSO E'... CURIOSITA'. E PROFUMO DI DONNA''   |  04.12.2012  -  LE PORNOSTAR? SONO PIU FELICI DELLE ALTRE DONNE   |  04.12.2012  -  SU MEDIASET PREMIUM ARRIVA IL PORNO?   |  04.12.2012  -  ''CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO'' VERSIONE PORNO: UNIVERSAL STUDIOS FANNO CAUSA   |
         
  HOME PAGE
CHI SIAMO

EMISSIONE PIG ITALIA
LE NOSTRE LINEE
TRAILERS
PIGNEWS
LE NOSTRE ATTRICI
LO SHOP
LINKS
VIDEO ON DEMAND
CONTATTI






 
Le ultime PigNews
Di seguito i dettagli della news selezionata e l'elenco delle PigNews inserite.  
 
Dettaglio pignews:
 
SITI PORNO, DA OGGI SARANNO MARCHIATI DAL DOMINIO .XXX 
 
 


Sono passati dieci anni da quando venne proposto un dominio specifico per i siti porno, ovvero un "marchio" che indicasse univocamente i siti web il cui contenuto poteva essere considerato per soli adulti.

Solo oggi – però – l'Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) ha dato il suo nulla osta per l'adozione di un dominio specifico ad uno e consumo dei siti porno.

Per molto tempo – infatti – l'idea di assegnare un marchio identificativo ai siti a contenuto hard appariva troppo ghettizzante e – pertanto – contrario ai principi di libertà che regolano la vita sul web. Ma le richieste da parte degli utenti per la certificazione del dominio .xxx si facevano sempre più pressanti e non era più possibile continuare a rimandare la decisione.

Il nulla osta del Icann dovrebbe consentire l'avvio del processo che – da qui a pochi mesi – condurrà alla definitiva commercializzazione del dominio .xxx che si candida a diventare uno dei più utilizzati della rete.

La pornografia sul web – infatti – è un mercato particolarmente fiorente. I cybernauti spendono circa tremila dollari al secondo in contenuti per adulti e la parola "sex" raccoglie – da sola – il 25% delle ricerche.

Non tutte le aziende che si occupano di siti porno - però – sembrano felici di questa "conquista", sono in molti – infatti – a temere che il "dominio speciale" possa trasformarsi in un ghetto che farà fuggire gli utenti anziché attirarli.

Appare tutt'altro che scontata – quindi – l'acquisizione del dominio da parte di tutte le aziende dell'industria della pornografia.

Del resto sono in molti ad occuparsi di contenuti hot, molti affrontano tematiche pornografiche solo in maniera collaterale, qualcuno lo fa con piglio decisamente ironico – come abbiamo più volte scritto, specie in merito all’argomento YouTube hard – e appare difficile immaginare che queste aziende vorranno identificare se stesse in base ad una dicitura che assegna un marchio specifico e piuttosto limitante, per quanto decisamente remunerativo.
 
Le altre pignews:
 
05.12.2012   DARIO AITA: ''IL SESSO E'... CURIOSITA'. E PROFUMO DI DONNA'' 
04.12.2012   LE PORNOSTAR? SONO PIU FELICI DELLE ALTRE DONNE 
04.12.2012   SU MEDIASET PREMIUM ARRIVA IL PORNO? 
04.12.2012   ''CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO'' VERSIONE PORNO: UNIVERSAL STUDIOS FANNO CAUSA 
03.12.2012   IL NUOVO FILM PORNO DI ROCCO SIFFREDI: XXX FACTOR (VIDEO) 
19.11.2012   PIGITALIA EMISSIONE 30 NELLE MIGLIORI VIDEOTECHE, EDICOLE E SEXY-SHOP! 
07.11.2012   INTERVISTA ESCLUSIVA A RAPHAEL SIBONI, IL REGISTA DI ''IL N'Y A PAS DE RAPPORT SEXUEL'' 
19.10.2012   DAVIDE DI PORTO IN MUCCHIO SELVAGGIO 2 DI MATTEO SWAITZ, PROSSIMAMENTE CON SHOWTIME 
02.10.2012   ADOLESCENTI ITALIANI MALATI DI PORNO ONLINE E SEXTING  
01.10.2012   FABIAN THYLMANN: TEDESCO, 34 ANNI, TIMIDO E... RE DEL PORNO  

Visualizza l'archivio completo
 
   
       
 
Powered by DigitArea.it      
   
Copyright MOVIE PROJECT © 2007 - Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione anche parziale